Tecnologie Meccaniche a Mercintreno

Tecnologie Meccaniche a Mercintreno

TECNOLOGIE MECCANICHE A MERCINTRENO
Calo medio del 19% per cargo ferroviario e del 14% per l’intermodale ferroviario nel periodo marzo-giugno (fonte RAM). Questi alcuni dei dati riguardanti gli effetti del Covid-19 sul settore che sono stati illustrati nel corso della XII edizione di MercinTreno svoltosi il 13 ottobre 2020 a Roma presso la sede del CNEL.

Stefano Bittoni ha preso la parola in qualità di relatore all’interno del tavolo di lavoro Le MercinTreno fra innovazione e occupazione nel New Deal: “Tanti spunti interessanti sono stati riferiti dai colleghi presenti all’interno di questa riunione. Noi italiani siamo molti bravi ad innovare. Il panorama ferroviario a livello infrastrutturale si sta sviluppando probabilmente in un modo più lento rispetto alla sua possibilità. Il sistema italiano, in particolare, è eccezionale: in passato eravamo avanti anni luce avanti rispetto all’Europa e molti paesi si sono ispirati all’Italia per crescere e migliorare, soprattutto per quanto concerne il tema della sicurezza. Forse questo ci ha fatto un po’ «fermare» su ciò che avevamo, rallentando conseguentemente il processo di crescita”.


Il responsabile dei prodotti ferroviari di Tecnologie Meccaniche ha poi aggiunto: “TM è una piccola azienda italiana, con sede ad Albano Laziale, che ha il proprio core business nei prodotti ferroviari in tema di infrastruttura. Il primo segnale a LED in Italia è stato omologato proprio da TM. Trattasi di uno strumento molto importante per noi, al pari del passaggio a livello, grande dimostrazione di quanto l’azienda sia attenta al tema della sicurezza ferroviaria, la quale deve rispettare sia le figure del manutentore sia quelle del passeggero e del cittadino: ogni prodotto, nella propria parte, deve garantire che nessuno rimanga investito. Un ulteriore strumento sviluppato dalla nostra azienda è andato a colmare i limiti per i sistemi di scambi ferroviari gestiti da singola cassa di manovra aumentando il livello di sicurezza e facendo compiere un importante passo in avanti alla logica dello scambio ferroviario perché, mentre prima la cassa di manovra rispondeva semplicemente a ciò che lei stessa faceva, con questo strumento l’intero sistema risponde sull’intero deviatoio, che è di fatto un elemento passivo. Mediante l’esperienza nell’ambito della sicurezza, TM sta sviluppando in questo periodo il cosiddetto ‘Sistema elettronico di comando e controllo’: si tratta di un apparato logico che verifica ciò che succede sul deviatoio. Attraverso gli altri strumenti già installati sul deviatoio, come la cassa di manovra, tale sistema va ad accertarsi che tutto sia gestito in totale sicurezza prima di consentire il passaggio del treno. Tale sistema è in fase di sperimentazione per omologazione sulla linea ferroviaria alta velocità Roma-Napoli”.

Infine, l’auspicio di Stefano Bittoni e tutta l’azienda: “Il nostro nuovo sistema di manovra multi-punto andrà a sostituire tutti i deviatori con singolo punto di manovra sulle linee storiche della rete ferroviaria italiana. Ad una certa distanza dal primo punto di manovra ce ne sarà ora un secondo, andando così a verificare che sussistano nei momenti del passaggio del treno le condizioni di sicurezza del deviatoio. Nella nuova fase tecnologica riteniamo che i prodotti debbano aiutare il manutentore con corretta periodicità: vorremmo possa diventare prassi avvertire direttamente tale soggetto, avvisando in anticipo con modalità diverse rispetto al semplice semaforo rosso o verde, dando quindi per tempo tutte le indicazioni necessarie, aggiungendo quindi ulteriori metodi di comunicazioni anche ai macchinisti al fine quindi di poter raggiungere elevati standard di sicurezza. Dalle istituzioni occorrerebbe una maggiore velocità nell’innovazione, verificando le novità mediante i doverosi protocolli di sicurezza, portando ad una piccola rivoluzione in ambito ferroviario nei prossimi anni”.

 

Al seguente Link, il video integrale dell’evento, con l’intervento del nostro Stefano Bittoni a partire dal minuto 07.06.15.
La Brochure del programma Mercintreno 2020.